A mia figlia

 

aaae562b17db413a705939d2e5ef91fe.jpg

 
 
 
  

Ti cullo fra le mie braccia, bimba mia,
e strigendoti al petto mi rispecchio
nei tuoi cerulei occhi ancora incerti,
estasiato davanti al tuo sorriso.

Lontani dalla gente, tu e io,
i nostri cuori l’uno accanto all’altro,
dimentico di esistere, mi assento,
per vivere di te e sentirmi eterno,

perchè sempre sarò, finchè una goccia
del sangue nostro dentro le tue vene
scorrer potrà e vincerò la morte
per grazia tua, linfa della mia vita.

Ignazio Amico

A mia figliaultima modifica: 2007-11-28T00:25:00+01:00da iamico
Reposta per primo quest’articolo