In compagnia del mare

 

4141e737e7008c9f0831e62bcf256383.jpg

 

 

La spiaggia ormai è deserta, silenziosa,
a piedi nudi amo passeggiare
sulla battigia, proprio dove l’onda,
increspandosi e sussurrando lieve,
viene a baciar la riva, in don lasciando
qualche conchiglia, un gonfio legnetto,
alghe strappate ad un lontano scoglio.

Affondo il piede nel mollo arenile,
corre un’onda a richiuder la ferita,
in un balen scompare la mia orma
ed il geloso mar torna a giocare.

Ora il sole già basso all’orizzonte,
un purpureo saluto manda al cielo
e sembra il mar, col suo perenne moto,
voler essere culla al suo riposo
e l’onde acquieta ed addolcisce il canto.

A sera poi l’abbraccio della luna
calmo lo troverà e allor le stelle,
testimoni di questo idillio arcano,
lo scintillìo del pelago godranno.

Ignazio Amico

In compagnia del mareultima modifica: 2007-11-28T00:40:00+01:00da iamico
Reposta per primo quest’articolo